Parodontite

Stadi Della Malattia Parodontale

Il monotono compito quotidiano di utilizzo di spazzolino e filo interdentale mai e’ stato più importante per poter prevenire ed evitare la malattia parodontale e ridurre i rischi che essa comporta per la vostra salute generale.

E’ stato stimato che circa il 75% della popolazione adulta presenta una qualche forma di malattia gengivale che può essere collegata a gravi complicazioni di salute e che causa problemi dentali altrimenti evitabili.

Ci sono tre principali fasi della malattia parodontale:

Fase 1: Gengivite

La gengivite è il primo stadio della malattia parodontale ed è causata da accumulo di placca intorno al margine gengivale con conseguente infiammazione delle gengive.

Se si trascura l’ uso quotidiano di spazzolino o filo interdentale, questo accumulo di placca intrappolera’ batteri e sara’ causa di malattie gengivali. La gengivite determina infiammazione delle gengive. Gengive che dovrebbero naturalmente essere rosa appariranno rosse e gonfie, si potrebbe anche avere sanguinamento quando si spazzola od usa il filo interdentale.

Tuttavia, a questo punto, la gengivite e’ totalmente reversibile. L’osso e le fibre che sostengono i denti non sono ancora stati colpiti.

Fase 2: Parodontite

Se la gengivite non viene trattata, evolve in parodontite. In questa fase, l’ osso e le fibre che sostengono i denti in sede sono danneggiati irreversibilmente.

Le gengive cominciano a presentare”tasche”, aree cave e profonde attorno ai denti che raccolgono cibo, placca e batteri.

Le gengive si ritireranno e si formeranno spazi tra i denti. Il trattamento immediato è necessario per prevenire ulteriori danni e perdita dei denti.

Fase 3: Parodontite Avanzata

In questa fase finale, la parodontite è stata lasciata evolvere non trattandola ed è divenuta parodontite avanzata.

I batteri a cui è stato permesso di moltiplicarsi e diffondersi causano la distruzione del tessuto connettivo e dell’ osso che sostengono i denti. Le tasche che si sono formate nella fase precedente sono diventate molto più profonde. I denti possono migrare o divenire mobili.

Denti mobili che migrano possono influenzare il vostro morso. A questo punto, un trattamento aggressivo è necessario per salvare i denti.

Chirurgia Gengivale Laser LANAP vs Chirurgia Gengivale Tradizionale

Dopo Chirurgia Gengivale Tradizionale

Dopo Chirurgia Gengivale Laser LANAP

Se vi è stato detto che soffrite di malattia parodontale e necessitate di chirurgia, è importante conoscere la differenza tra chirurgia gengivale tradizionale, (che utilizza un bisturi e punti di sutura) e chirurgia laser. La chirurgia tradizionale tipicamente utilizza un bisturi in modo che il medico possa scollare e sollevare il tessuto gengivale per miglior visibilità, per pulire la tasca e per ridurre la profondità della tasca.

La profondità della tasca viene ridotta tagliando via del tessuto. In molti casi, sarà necessario l’uso aggiuntivo di innesto osseo o membrana per realizzare il riattacco del tessuto gengivale alla superficie della radice del dente. Sebbene in alcuni casi l’unico modo di trattare il paziente è la chirurgia tradizionale la stragrande maggioranza dei pazienti che vediamo opta per il meno invasivo e più confortevole LANAP ®, o Chirurgia Gengivale Laser.

LANAP ® non richiede l’uso di un bisturi, o suture.

È una chirurgia minimamente invasiva che si traduce in pochissima recessione e dolore per il paziente.

Il laser agisce a una lunghezza d’onda che consente di distinguere la differenza tra il tessuto malato e il tessuto sano. Ciò significa che il laser è estremamente sicuro e selettivo quando viene utilizzato in chirurgia.

Per la prima volta siamo in grado di rimuovere il tessuto malato ed i batteri dalle vostre gengive senza danneggiare, tagliare, o rimuovere tessuto sano!

Alcune delle Principali Differenze tra la Chirurgia Gengivale Tradizionale e LANAP®

Se vi è stato detto che soffrite di malattia parodontale e necessitate di chirurgia, è importante conoscere la differenza tra chirurgia gengivale tradizionale, (che utilizza un bisturi e punti di sutura) e chirurgia laser. La chirurgia tradizionale tipicamente utilizza un bisturi in modo che il medico possa scollare e sollevare il tessuto gengivale per miglior visibilità, per pulire la tasca e per ridurre la profondità della tasca.

La profondità della tasca viene ridotta tagliando via del tessuto. In molti casi, sarà necessario l’uso aggiuntivo di innesto osseo o membrana per realizzare il riattacco del tessuto gengivale alla superficie della radice del dente. Sebbene in alcuni casi l’unico modo di trattare il paziente è la chirurgia tradizionale la stragrande maggioranza dei pazienti che vediamo opta per il meno invasivo e più confortevole LANAP ®, o Chirurgia Gengivale Laser.

  • Dolore:
    La chirurgia tradizionale può essere abbastanza dolorosa e richiede farmaci antidolorifici e tempi di inattività. Molti pazienti optano per gli impianti dentali per evitare il dolore che la chirurgia gengivale comporta. LANAP ® causa molto meno disagio. Non c’è quasi mai la necessità di prescrivere farmaci antidolorifici ed il paziente di solito può tornare subito al lavoro od alla propria normale routine quotidiana.
  • Recessione:Poiche’ la chirurgia tradizionale richiede l’uso di un bisturi non vi è alcuna maniera di evitare una riduzione dei tessuti gengivali. La domanda è quanto. La chirurgia tradizionale può portare ad un abbassamento della linea gengivale da 2-4 mm fino a 10-15mm. LANAP ® è molto meno invasivo e più selettivo nel tessuto che rimuove … Ciò si traduce in poca o nessuna recessione della linea gengivale. Questa è una differenza molto importante perche’ la recessione puo’ portare numerosi problemi estetici per il paziente, e causare una estrema sensibilita dei denti al freddo ed al caldo.
  • Tempo di guarigione:
    Il tempo di guarigione dopo LANAP ® è molto più veloce, perché è una nuova tecnologia che è meno invasiva della chirurgia con il bisturi. Il laser elimina i batteri nella tasca con conseguente riduzione dell’infiammazione e tessuto piu’ sano.
  • Risultati a lungo termine:
    Anche se possiamo avere risultati fantastici a lungo termine con entrambi i trattamenti, LANAP ® è molto più prevedibile quando si tratta di rigenerazione ossea e riattacco del tessuto connettivo. Il laser stimola l’osso che circonda la radice del dente ed e’ stato dimostrato favorire la rigenerazione, spesso salvando denti che sarebbero stati altrimenti estratti. Molte volte siamo in grado di invertire gli effetti della malattia parodontale e il paziente migliora sempre piu’ col passare del tempo.

In conclusione, con l’ evoluzione della tecnologia e l’ arrivo di importanti innovazioni in odontoiatria, ci siamo impegnati a tenere il passo ed offrire i più recenti ed avanzati trattamenti ai nostri pazienti, al fine di fornire il più alto livello di cura disponibile.

L’ utilizzo del laser per trattare la malattia parodontale è una metodica da cui molti pazienti possono trarre vantaggio, anche se non tutti i pazienti sono candidati per il trattamento laser.

Vi preghiamo di chiamarci oggi per programmare la vostra consultazione laser, per scoprire se LANAP ® è giusto per Voi!

Chiedi al Dr. Fabio Rossini